Pulizia stufe e caminetti - Spazzacamino Camin Service

Vai ai contenuti
.
.
.
Pulizia stufe/caminetti a pellet o legna
Di qualsiasi marca e modello

La pulizia generale completa della stufa e della canna fumaria e la   "messa a punto" dell'impianto deve essere effettuata almeno una volta all'anno da personale specializzato ed autorizzato. Vi ricordiamo che dal 15 ottobre 2014 è obbligatorio
il libretto d'impianto per le stufe e i caminetti e per tutti gli impianti di riscaldamento a legna e pellet.
La manutenzione ordinaria della stufa è affidata all'utilizzatore, e prevede in genere una pulizia del piano del fuoco, del braciere, del cassetto della cenere e di alcune aperture nel vano fuoco specificate a seconda del modello e del produttore. L'operazione deve essere eseguita almeno un paio di volte a settimana con un aspiratore, meglio se   specifico (se ne trovano in commercio a prezzo abbordabilissimo).
La manutenzione periodica da parte del personale specializzato prevede   in genere la pulizia interna ed esterna di tutti i condotti fumi della   stufa, la rimozione del rivestimento interno del focolare con pulizia e  disincrostazione del crogiolo e del relativo vano, la pulizia dei  ventilatori ed il controllo del gioco dei cuscinetti e dei fissaggi, pulizia e disincrostazione della resistenza di accensione e del suo vano, la pulizia dell pannello della centralina e del telecomando, il controllo del cablaggio elettrico, delle connessioni e del cavo di alimentazione, la pulizia del serbatoio pellet e la verifica del gioco coclea-motoriduttore, infine il collaudo.
Almeno una volta all'anno è necessaria l'ispezione e la pulizia del  canale da fumo (i tubi delle stufe) degli innesti e della canna fumaria.



Dimmi dove abiti e ti dirò se puoi accendere il riscaldamento a pellet
Le Regioni del Bacino Padano (Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna) più la Toscana hanno stabilito regole ferree sulla possibilità di accendere il riscaldamento a pellet o legna.
Le limitazioni attive in queste zone si dividono in:
  • Misure strutturali, cioè permanenti, che valgono tutto l’anno ma solo in specifiche zone del territorio regionale.
  • Misure emergenziali, cioè temporanee, valide solo nel periodo che va dal 1° ottobre al 31 marzo di ogni anno e influenzate dai livelli di PM10 registrati giornalmente.

Misure strutturali: divieti e obblighi validi tutto l'anno
Le limitazioni permanenti interessano sia le nuove installazioni sia i generatori già installati, che devono rispettare le disposizioni di ogni regione per quanto riguarda la Certificazione Ambientale.
A seconda delle emissioni inquinanti e del rendimento, ai generatori di calore a biomassa legnosa vengono assegnate distinte classi di qualità ambientale identificate con un numero di stelle che va da 1 a 5. Tale Certificazione, indicata sull'etichetta energetica assieme alla potenza e alla classe, è stata introdotta dal Ministero dell’Ambiente con il Decreto Legge n. 186 del 7/11/2017.

Maggiore è il numero di stelle, minori sono le emissioni.
Per entrare più nel dettaglio:
  • Per le nuove installazioni - dal 1° ottobre 2018 le caldaie a biomassa, le stufe e i camini a pellet e a legna che decidi di installare in casa devono avere prestazioni emissive certificate con 3 stelle;
  • Per i generatori già installati - è possibile continuare a utilizzare gli apparecchi presenti in casa, purché abbiamo prestazioni emissive di almeno 2 stelle (dal 1° ottobre 2018).
Già da quest'anno, in alcune regioni del Bacino Padano le regolesono cambiate. In Lombardia, ad esempio, per le nuove installazioni dal 1 gennaio 2019sono obbligatorie almeno 4 stelle. Pertanto, se devi acquistare un nuovo generatore a biomassa assicurati fin da oggi un prodotto con una classe energetica elevata, onde evitare di doverlo sostituire in breve tempo.

Con le limitazioni temporanee, invece, il divieto scatta quando dai monitoraggi giornalieri delle PM10 si assiste al superamento dei 50 ug/m3 per 4 giorni consecutivi (primo livello di allerta) o per 10 giorni consecutivi (secondo livello di allerta) e coinvolge:
  • Primo livello di allerta: stufe, inserti camino e caldaie inferiori a 3 stelle
  • Secondo livello di allerta: stufe, inserti camino e caldaie inferiori a 4 stelle
Stufa a pellet dopo una stagione di utilizzo
Canna fumaria dopo incendio
stufa sporca
Contatti
Created by corsidenis.it
Camin Service p.iva 02325960249
Torna ai contenuti